Il cliché, questo conosciuto (cassatelo con la lista dei 101)

Alzi la mano chi non ha almeno un cliché nell’armadio. Ovvero: chi è senza cliché scagli la prima pietra.

Io, nel mio portfolio, ne ho accumulati diversi, di stereotipi, sia scritti sia visuali.

Un po’ la responsabilità è mia: mea culpa mea culpa mea maxima culpa. Ma un po’ non lo è.

Un po’ di culpa sta nel modo in cui spesso si muovono i progetti di un freelance. Dopo la prima presentazione tutta d’un pezzo, le proposte scivolano di mano in mano, di testa in testa, di meeting in meeting. Le perdi di vista, ne perdi il controllo. La guardia si abbassa e… zàcchete!
Lo stereotipo “scende in campo” e governa sovrano.

Non consola poi pensare che ogni ambito professionale ha i propri cliché e quindi mal comune mezzo gaudio.

Giova invece, e  molto, una lista come quella realizzata dagli amici di ias b2b marketing. Sono 101 clichés: b2b most notorious creative faux pas che consiglio di stampare o tenere a mente quando si progetta una comunicazione (b2b o b2c).

Dopo aver sorriso, usatela per valutare i concept e segarli senza pietà. Avete solo da guadagnarci.

Informazioni su Marco Fossati

Ideawriter.
Questa voce è stata pubblicata in Idee, Parole, Strumenti e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...