Scrivere un testo che persuade: oltre l’AIDA c’è di più

Se avete dimestichezza con il copywriting, sapete che pullula di formule dagli acronimi più o meno pronunciabili.

Si va dalla notissima AIDA (Attention Interest Desire Action) alla sconosciutissima DDPC (Dramatic Descriptive Persuasive Clinching) passando per la PPPP (Picture Promise Prove Push), ecc. ecc.

AIDA la formula persuasiva per eccellenza

AIDA, la formula persuasiva più conosciuta e sfruttata.

Il fine di queste formule è strutturare un testo persuasivo.

Io non amo tanto le formule, né mi curo di applicarle con scrupolo dalla a alla zeta: in realtà, credo di averne usate alcune senza rendermene conto.

Con un po’ di intuito e buon senso, con la conoscenza che deriva dall’aver metabolizzato chili e chili di informazioni sull’argomento e dall’aver letto decine e decine di annunci commerciali, riesco sempre a scrivere testi che funzionano, per lo più basati sulla sequenza AIDA.

In questi giorni, rileggendo un corso di copywriting B2B preparato da Steve Slaunwhite, m’imbatto nell’ennesima formula chiamata motivating sequence*, così strutturata:

La motivating sequence di bob bly.

Motivating sequence, una valida alternativa alla formula AIDA.

Come vedete, rispetto all’AIDA, questa formula definisce con maggior precisione le leve argomentative di ogni passaggio e comprende anche il livello della prova e dell’autenticazione di quel che si scrive, fondamentale per guadagnare credibilità e fiducia.

E’ una formula facile da usare.

Si adatta a diverse esigenze di comunicazione, di contenuto e di format: pubblicità, landing page, sito web, lettera di vendita, presentazione di prodotto, ecc. ecc.

Un consiglio: stampate il post-it e tenetelo bene in vista!

 

*Questa formula si deve al copywriter Bob Bly e al writing coach Gary Blake, ma richiama certamente un’altra “ricetta”: la motivated sequence che il professor Alan Monroe, studioso di public speaking, aveva proposto nella metà degli anni ’30.

Informazioni su Marco Fossati

Ideawriter.
Questa voce è stata pubblicata in Strumenti e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Scrivere un testo che persuade: oltre l’AIDA c’è di più

  1. Alessandro ha detto:

    Eccellente! Non posso che condividere subito sul web questa gran bella formula!

    Mi piace

  2. Pingback: Scrivere per persuadere: non solo metodo AIDA!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...