Non rompete le scatole (qui si parla di creatività)

Tra i libri che metterò in valigia quest’estate, ci sarà senz’altro Inside the box, che sto già piluccando con soddisfazione.

la copertina del libro Inside the box

Da leggere e mettere in pratica.

Sono sempre stato convinto che la creatività che applico quotidianamente nel mio mestiere non è un dono infuso da un’entità superiore, né una folgorazione improvvisa tipo colpo di genio.

Questo libro me ne dà autorevole conferma.

Il metodo che viene descritto si chiama S.I.T., Systematic Inventive Thinking.

Si fonda sulla certezza, avallata da prove e risultati, che la soluzione “creativa” va cercata nel problema e non al di fuori. Inside the box, appunto. (Già Ernie Schenck nel suo The Houdini solution indicava una simile direzione.)

Quindi niente voli pindarici, niente fantasticazioni soggettive. Nessun pensiero divergente.

Bisogna partire dal problema (e dal suo “closed world”), definirlo bene nei suoi componenti, scomporre i componenti in attributi e agire su entrambi. In che modo?

I creatori del metodo, Boyd e Goldemberg (nostra vecchia conoscenza), identificano 5 strumenti basati sullo studio di centinaia di innovazioni.

Essi sono:

Sottrazione (rimuovere uno dei componenti/attributi principali di un prodotto/servizio).
Divisione (dividere e riposizionare i componenti/attributi).
Moltiplicazione (copiare uno o più componenti/attributi cambiandogli funzione).
Unificazione dei compiti (combinare funzioni/compiti in uno stesso prodotto/servizio).
Dipendenza degli attributi (creare una dipendenza tra due o più attributi apparentemente non correlati).

L’uso di questi strumenti permette di avere uno sguardo diverso, una prospettiva nuova (a volte paradossale) capace di superare quelle che gli autori chiamano “fissità”: fissità cognitiva, fissità strutturale, fissità funzionale.

Il resto, ricco di esempi stimolanti, vi consiglio di leggerlo nel libro.

Informazioni su Marco Fossati

Ideawriter.
Questa voce è stata pubblicata in Idee, Strumenti e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...