-Ha idee? -Altrui. (Il pubblicitario Morto di Nebbia a Milano… Umberto Domina-1969)

il pubblicitario morto di nebbia

Di M.d.N. ne esistono, a Milano, tre o quattrocentomila, ma io ne conosco personalmente molto pochi. Anzi: pochissimi. Perché a Milano, oltre all’incomunicabilità tradizionale vige quella stradale e molti quartieri – a forza di sensi unici, divieti di transito, supertraffico ed anulari – è come se non fossero collegati tra di loro.

Di essi conosco la storia o mi è facile immaginarla.

Di taluni, per esempio, mi piace immaginare il processo di inserimento.

– Voglia scusarmi: la Milano d’oggi?

– Prima porta a destra.

– La Milano d’oggi?

– Sono io. Desidera?

– Inserirmi.

– Provenienza?

– New York.

– Strano.

– Strano, ma New York.

– Americano?

– No: oriundo emigrato e pentito.

Continua a leggere
Pubblicato in Parole | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Aspirante copywriter, questa lista è per te.

Ogni tanto su linkedin e via email ricevo richieste di consigli su come diventare copywriter e approcciare il mondo delle agenzie.

Molto tempo è passato da quando, finita l’università e superato l’anno di naja, sono approdato nella prima agenzia multinazionale d’Italia, la meravigliosa J. Walter Thompson di Milano.

consigli per aspiranti copywriter
Nient’altro da aggiungere.

Alla fine degli anni ’80 giravo per i reparti creativi milanesi con un porfolio fatto di annunci ritagliati da riviste tedesche (il tedesco, essendo lingua a me sconosciuta) su cui inventavo headline e bodycopy. Esibivo anche un libercolo ispirato agli Esercizi di stile di Raymond Queneau: il soggetto era un aspirante copywriter che cerca di conquistare il cuore del direttore creativo per essere assunto. 

Continua a leggere
Pubblicato in Idee, Parole, Strumenti | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Il 2020 è stato Muhammad Ali che ci ha “suonato” per benino.

muhammad-ali-mette-ko-sonny-liston-in-1965.
Cassius Clay Muhammad Ali mette ko Sonny Liston. 1965

Per alcuni è stato un vero e proprio KO.

Fortunatamente e consapevolmente il sottoscritto è stato sempre sulla difensiva. Non si è mai scoperto e ha schivato i colpi portati con subdola pervasività dal Coronavirus.

Gli impegni della routine domestica, sempre più gravosi però, mi hanno sottratto così tanto tempo che ho dovuto sacrificare la mia attività sul blog. E purtroppo la situazione non cambierà di molto in futuro: almeno finché l’ultimo élan vital darà forza alla mia cara fragile impauritissima mamma.

Continua a leggere
Pubblicato in Etcetera, Parole | Contrassegnato , , | 4 commenti