Il dress code di agosto

copywrite monza marco fossati

Buone vacanze! (I sobri shorts da bagno sono di orlebar brown).

Pubblicato in Etcetera | Contrassegnato , | Lascia un commento

Sbagliare è un po’ creare (modesto elogio dell’errore)

Errori e creatività sono legati. Spesso, commettere un errore può portare a collisioni e combinatorie imprevedibili, a fratture con l’ordinario, a esiti creativi originali.

Servono, però, almeno due condizioni per poter fare errori creativi:

  • non avere paura di commettere errori, essere liberi di farne
  • un contesto aperto, flessibile, disponibile a lavorare sull’errore

Nel mio settore, le agenzie più strutturate hanno formalizzato la propria cultura aziendale in modelli operativi concepiti per avere tutto sotto controllo, eliminando gli errori.

Questo percorso verso la perfezione è la strada maestra, battuta e da battere: ha dato risultati in passato, li darà in futuro.

Temendo di perdere clienti o budget, oggi le agenzie non possono permettersi il lusso di fare errori: non ci sono né il tempo né i soldi per sostenerli.

Eppure il rischio, anche quello di fallire, sbagliare, prendere una cantonata, dovrebbe essere connaturato al mestiere di pubblicitario. Perché la creatività si nutre anche di imperfezioni.

pubblicità bill bernbach volkswagen

Un errore madornale dell’agenzia DDB.

Errare è umano, perseverare è creativo… Bill Bernbach lo sapeva bene.

Per anni ha continuato a commettere un errore dietro l’altro, sfidando consuetudini, convenzioni, cliché: una devianza reiterata che è diventata una vera e propria rivoluzione.

E a proposito di fallimenti ed errori, ecco due belle letture estive.

failed it eric kesselsgianni rodari il libro degli errori

Pubblicato in Idee | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Work in progress.

pioggiagentlemen5

Sto lavorando a un libretto auto-promozionale: chissà se vedrà la luce, magari dopo le vacanze estive. Chissà.

Pubblicato in Etcetera, Idee | Contrassegnato , , , , | 2 commenti

“A smile in the mind” (avercelo, avercelo sempre)

Quando l’ho visto con il berrettino di lana nel banco frigo non ho resistito. Mi ha fatto sorridere immediatamente e l’ho comprato. innocent è un brand che “a smile in the mind” ce l’ha e lo trovi in qualsiasi cosa faccia.

innocent drink copywriting smile

Ecco: io questo sorriso nella mente vorrei avercelo, avercelo sempre. E soprattutto, vorrei infonderlo, infonderlo sempre in ogni progetto, piccolo o grande che sia. Perché è un valore aggiunto portentoso, più efficace di qualsiasi studiatissima persuasiva parola di copywriter.

Altri berrettini e sorrisi qui: The Innocent Big Knit.

Pubblicato in Idee | Contrassegnato , , , , , , , , , | 4 commenti

Ci rivediamo l’anno prossimo (i soliti auguri del copywriter di monza)

auguri marco fossati copywriter monza milano

Stacco dal 24 dicembre al 6 gennaio. Statemi bene, non abbuffatevi e regalate serenità.

Pubblicato in Etcetera | Contrassegnato , , , , , | 2 commenti